1

App Store Play Store Huawei Store

invorio casa curioni

INVORIO - 06-04-2021 --  Servizio di supporto per la pre-adesione e Casa Curioni a disposizione per le vaccinazioni: così si è attivata l'amministrazione di Invorio per aiutare i cittadini in questo difficile periodo.


In una nota diffusa, il sindaco, Flavio  Pelizzoni sottolinea: "Considerato che per uscire da questa particolare situazione emergenziale l'unica strada percorribile è quella di effettuare il maggior numero di vaccinazioni e di immunizzare in tempi rapidi. Proprio con questo intento abbiamo attivato, già da due settimane, un servizio di supporto per la compilazione on line dei moduli di preadesione. Ora, non per campanilismo, l'Amministrazione comunale si è impegnata a favorire l’operato dei medici concedendo loro uno spazio per le vaccinazioni in loco. Il desiderio che ci anima non è di “concorrenza” con il centro di Gozzano (che è stato realizzato anche per gli invoriesi), ma è la volontà di integrare l’offerta per i medici che non utilizzano esclusivamente quel centro, predisponendo la sala di Casa Curioni e mettendola a disposizione dei medici di famiglia. La prima fase di vaccinazioni si terrà nelle giornate del 10 e 11 aprile per i pazienti del dott. Fabio Quarta che provvederà personalmente ad informarli dell’ora di convocazione. Nello sperare che tutto si svolgerà nel migliore dei modi e che questa piccola, ma significativa iniziativa, possa contribuire a rendere più sicura la vita della nostra comunità e con l'augurio di arrivare al più presto all'immunità di gregge, ricordiamo di presentarsi con puntualità e di evitare assembramenti durante l’attesa del proprio turno.
Ringraziamo il dott. Fabio Quarta che si è offerto al proposito ed effettuerà le inoculazioni per tutti i suoi pazienti. Un particolare plauso va indirizzato alle infermiere signore Sandra Bacchetta e Paola Forgiarini che hanno accolto lo spirito dell'iniziativa offrendo volontariamente la loro professionalità. Pure la Protezione Civile della sezione invoriese interverrà con compiti di servizio d'ordine per far rispettare protocolli e dispositivi di protezione".

"In questa prima fase -conclude Pelizzoni - sarà vaccinata solamente la fascia di età che va dai settant’anni e con il vaccino Astra-Zeneca".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.