1

Posa targhe progetti copertina

ARONA- 02-05- 2017- Massimiliano Caligara, presidente dell’associazione Gli Amici del Lago onlus, si è recato per la sesta volta nei campi profughi Saharawi, situati nel sud ovest del deserto algerino, con una delegazione di Ong italiane che da tempo sostengono la causa di questa popolazione. Questo viaggio, compiuto a metà aprile ha costituito l’occasione per consegnare direttamente alla governatrice della Wilaya (provincia) di Auserd i fondi raccolti lo scorso mesi di marzo, nell’ambito del progetto Donna Saharawi. Un finanziamento di 2.000 euro al quale hanno contribuito otto comuni del circondario guidati dal comune di Arona nel ruolo di capocordata. Queste risorse saranno destinate alla ristrutturazione di un laboratorio di cucito del campo profughi di Tindouf, nella Wilaya di Auserd, che si trova nel deserto algerino. Il laboratorio consentirà di confezionare e riparare abiti e tessuti di uso domestico servendo un bacino di utenza di circa 30.000 persone.  Questo piccolo modello produttivo ed economico, oltre a svolgere un servizio alla popolazione, assicurerà l’impiego di 10 donne che potranno così contribuire al reddito delle loro famiglie. I comuni che hanno sostenuto l’iniziativa, oltre ad Arona sono: Borgomanero, Castelletto Ticino, Dormelletto, Invorio, Lesa, Meina, Pombia.  Questo finanziamento è stato integrato da ulteriori 500 euro raccolti dai presidi soci di Nova Coop di Arona e Borgomanero. L’ iniziativa di solidarietà è stata dedicata alla memoria di Claudia Bersani, la responsabile delle attività sociali di Nova Coop nel territorio, recentemente scomparsa. Oltre a tutto questo “Gli Amici del Lago”, in aggiunta al budget raccolto dai comuni, hanno donato 1.500 euro per finanziare la ristrutturazione di un laboratorio di carpenteria. Questa attività oltre a creare posti di lavoro per la popolazione giovanile, contribuirà nello stesso tempo a consolidare a livello generale alcune infrastrutture minime nella Wilaya di Auserd. Interventi specifici anche in ambito sanitario: sono stati consegnati anche circa 35 kg di medicinali per il dispensario dell’ospedale di Auserd. Una parte della delegazione italiana era costituita da alcuni laureandi di medicina dell’università della Sapienza di Roma guidati dal professor Stefano Marini. Nell’ambito del loro programma di studi hanno dedicato del tempo nelle attività volontariato socio-sanitario operando in condizioni ambientali difficili.  Rinnovate oltre 150 adozioni a distanza di bambini Saharawi nell’ambito del progetto “Semi di naso rosso” dell’associazione Città Visibili (Gli amici del Lago  sono soci fondatori e componenti del direttivo), oltre a consegnare 25 chili di materiale didattico per le scuole.  Anche quest’ anno circa 6.000 bambini dei campi profughi Saharawi, dagli 8 ai 10 anni, grazie alla cooperazione internazionale e il sostegno di numerose Ong, enti e istituzioni, vengono ospitati per una breve vacanza in paesi Europei. Questo viaggio ha costituito l’occasione per programmare il consueto soggiorno di circa 15 bambini che è diventata ormai da diversi anni un impegno fisso per il mese di agosto e vede il coinvolgimento e la collaborazione dei Comuni e degli enti locali, di numerose associazioni del territorio, aziende e privati, tutti impegnati a far trascorrere alcuni giorni in serenità ai bambini Saharawi che svolgono un importante compito di “piccoli ambasciatori di pace”. Oltre al soggiorno di vacanza, nei giorni della loro permanenza in Italia è previsto anche un intenso programma di visite e cure mediche e odontoiatriche. 

 

Adozioni_2.jpgScuole_materiale.jpgDispensario_ospedale_farmaci_portati.jpgAdnan.jpgMedicinali.jpgScuole.jpgConsegna_contributi_e_firma_ricevute.jpgLaboratorio_carpenteria_-_falegnameria.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.