1

arona lungo lago

ARONA – 12- 07-2017 Arona avrà in corso Marconi una tripla passeggiata, ma con scarsa progettualità su verde e addobbi floreali. I lavori inizieranno ad ottobre e dureranno alcuni mesi. Oltre alla passeggiata bassa (che è anche un porto di attracco) già esistente, la ristrutturazione del lungolago, i cui lavori inizieranno a settembre, si avrà una passeggiata su due livelli, imitando quella che dall’area del Parlamentino giunge fino all’hotel Giardino, che però ha una serie di aiuole non sempre ben curate. Il progetto, redatto da uno studio Voirano di Savona è stato approvato dalla Giunta ed ora si cerca una ditta che lo realizzi. Il costo dell’opera ammonta a 609.000 euro. Scrivono gli esperti: “Il progetto di riqualificazione ha recuperato le potenzialità insite nel luogo: una nuova conformazione del lungolago, nel rispetto comunque dell’assetto esistente, in grado di offrire rinnovate possibilità di fruizione dello spazio. L’idea di base è quella di portare su un piano orizzontale, corrispondente a quello della strada (ora il lungolago è in pendenza), la passeggiata, al fine di ottimizzarne la percorrenza e la percezione: la passeggiata e la strada diventano un sistema unitario che funziona da affaccio privilegiato sul lago. “ Sfruttando ed eliminando l’attuale pendenza della passeggiata, si ricaverà un percorso del lungolago più stretto, pavimentato con cubetti in pietra di Luserna . Il percorso sarà limitato da un cordolo in cemento armato (di altezza 40 cm) che verrà rivestito in doghe di legno naturale, realizzando una seduta continua, dotata di illuminazione a Led continua nella sua base. La seduta sarà anche dotata in più punti di schienale, sempre in doghe di legno, sorretto da sostegni in metallo: lo schienale muterà in altezza, per consentire diversi modi di utilizzo della seduta. Il percorso sarà accessibile dalla passeggiata con rampe in pietra e in altri punti con gradini rivestiti con lastre sempre in pietra di Luserna. Poi si troverà la passeggiata vera e propria, pavimentata ancora in cubetti di pietra di Luserna che sarà  delimitata verso il lago da una seduta continua in legno. Nella relazione rari accenni al verde anche se le piante esistenti (prunus e platani) saranno conservati, ma le aiuole attuali spariranno tutte. Il tracciato delle antiche mura sarà evidenziato a terra da una pietra chiara dedicata, detta di Lessinia. Sarà poi recuperata la torre Canziana, che si trova in corrispondenza di vicolo Reina. La statua del Barcaiolo rimane all’estremità sud della passeggiata e verrà solo leggermente spostata, ma senza una aiuola dedicata.  Non comprese nell’appalto una serie di opere che faranno alzare i costi: segnaletica, una pista ciclabile a doppio senso sulla strada, che eliminerà una serie di parcheggi, le nuove luci a led sulle panchine, il restauro e l’illuminazione della torre. Saranno rifatti gli impianti luce e le fognature sottostanti. (M.R.)

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.