1

hospice 2

ARONA 19-12-2017 L’inaugurazione dell’Hospice

è stata anche occasione per tornare sul dibattito relativo all’assegnazione delle quote pro capite del Fondo sanitario regionale. Il primo cittadino aronese Alberto Gusmeroli unitamente a Sergio Bossi, sindaco di Borgomanero, in qualità di presidenti dei comitati dei sindaci dei relativi distretti, ha consegnato all’Assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta una lettera al riguardo. “Riteniamo fondamentale l’assegnazione di una quota pro capite adeguata alle esigenze sanitarie di ogni singolo territorio e della popolazione residente al fine di garantire livelli corrispondenti di prestazioni sanitarie – hanno scritto Gusmeroli e Bossi - A nostro avviso, risulta indispensabile superare il criterio della spesa storica, attualmente utilizzato quale parametro per la ripartizione, in modo da colmare le disparità nell’assegnazione delle singole quote pro capite e poter incrementare con ulteriori servizi l’assistenza sanitaria sul territorio”. A fronte, infatti, di un incremento numerico della popolazione dell’intera provincia nel corso degli ultimi 15 anni (da 343.097 residenti nel 2001 a 370.525 nel 2015) e di un contestuale calo del tasso di natalità, che indica un invecchiamento progressivo della popolazione con inevitabile incremento dei bisogni sanitari, è sempre più auspicabile un riequilibrio nell’assegnazione delle quote pro capite. Saitta non si è fatto cogliere impreparato alla richiesta e ha assicurato che nell’attesa che si compia il riordino, nel 2018 saranno assegnati all’Asl di Novara 5 milioni in più rispetto a quest’anno. Il programma prevede anche un incremento di 2 milioni per la spesa del personale Asl e altri 2 milioni per la stessa voce nei conti dell’azienda ospedaliera, subordinati invece all’approvazione del bilancio 2018”. (A.M.)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.