1

tronchi

BORGO TICINO -08-02-2018- "Sono andato a passeggiare

nell'area protetta del Monte Solivo e girando nei luoghi che mi sono familiari, ho potuto ancora una volta constatare che tutti gli alberi spaccati dalla neve di tre anni fa, poi abbattuti dai volontari dell'Aib e dagli Amici del Monte Solivo, sono ancora tutti lì". Così l’ex sindaco di Borgo Ticino, Mario Chinello, che chiede come mai l’area protetta del Parco del Monte Solivo sia in queste condizioni: "Sembra una contraddizione in termini, "Area protetta" ? Da chi se è lecito chiederlo. Io sono stato il sindaco che ha realizzato il percorso vita oltre 25 anni fa ed ora, vedere quei luoghi pieni di alberi abbattuti e le loro fronde sparse tutto intorno all'area attrezzata per pic-nic e per fare attività fisica all'aria aperta, senza particolari strumenti ginnici , mi viene da dire: forse quell'area è protetta solo a parole, forse non tutti fanno del loro meglio per renderla gradevole e fruibile senza il pessimo spettacolo di abbandono che testimonia l'incuria di chi è preposto alla sua tutela. Scoppiasse un incendio in periodo di secca, con tutto quel materiale a terra, sarebbe difficile poi spegnerlo in tempo. Sindaco ed Ente Parchi, sarebbe molto opportuno avviare celermente la pulizia di quei posti, e se diciamo d'essere un paese turistico, quando un turista, ma anche un borgoticinese, va a passeggiare o passare una giornata immerso nella natura, non deve trovarsi di fronte a un così miserevole degrado naturale. Intervenire è d'obbligo".  Il Parco de Monte Solivo è stato inserito nell’area del parco dei Lagoni, che fa parte della macro area del parco del Ticino. Sono presenti anche dei reperti archeologi risalenti all’età romana e al medioevo. (M.R)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.