1

cardinal fossati

ARONA-12-10-2016- Il primo cittadino Alberto Gusmeroli è inviperito, dopo la scoperta, effettuata da una storica ebrea torinese, che il cardinale Maurilio Fossati, arcivescovo di Torino, ma nato ad Arona nel 1876, nel 1946 rifiutò l’offerta del Papa Pio XII di 100.000 lire in favore degli ebrei che erano sfollati nel campo profughi di Grugliasco, dopo essere sfuggiti agli orrori dei campi di concentramento. Gusmeroli :”Si tratta di una lettera antisemita inaccettabile. Toglieremo l’intitolazione della via dedicata al Cardinal Fossati. Quello che ho letto nella lettera del cardinale è razzismo. Scrisse di suo pugno parole di disprezzo nei confronti degli ex internati. “ Fossati scriveva: “ Parrebbe che dalla strage degli Ebrei siano sopravvissuti i meno degni: ungheresi e rumeni poi sono i più cattivi. Inutile che il S. Padre sprecasse denaro per loro.” Mario Pagliano, storico locale ed ex vice sindaco, non ci sta:” Proposi io l’intitolazione di una via a Fossati, la realizzò la giunta Velati negli anni ‘90. Sono frasi gravi, ma bisogna contestualizzarle nel momento storico e nella situazione contingente. Fossati, morto nel 1965, con S. Carlo, è l’unico cardinale aronese e aiuto’ partigiani e ebrei.” Gusmeroli:” Valuteremo se Fossati abbia fatto beneficenza ad Arona, ma il mio intendimento è di rinominare la via ad un altro religioso. Penso a Monsignor Piero Paracchini, educatore morto alcuni anni fa o Don Antonio Bellasio, ex rettore del Collegio De Fillipi” Intanto la polemica è nazionale. Agli storici ebrei ha risposto l'Osservatore Romano segnalando le tante attività del Cardinale anche in favore degli Ebrei durante la guerra.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.