1

ponte vp

VARALLO POMBIA -25-08-2018 - Il sindaco di Varallo Pombia, Alberto Pilone, ha inviato una lettera alla Prefettura di Novara e, per conoscenza all'Anas compartimentale lombarda e al Comune di Somma Lombardo, per avere notizie di un'ordinanza della stessa Anas Lombardia del dicembre 2016, in cui si limitava il transito ai mezzi di massa superiori a 3,5 tonnellate sul ponte del Ticino. Il ponte fa parte della SS336 della Malpensa e la limitazione era stata introdotta, come si legge sull'ordinanza, dopo che il capo nucleo aveva "segnalato la presenza di alcune fessure sulle strutture del sottopassaggio e dei muri deputati al sostegno del rilevato di accesso al ponte" e la "necessità di eseguire verifiche statiche e strutturali al suddetto ponte". Si era disposto quindi che, "in attesa di tali verifiche e degli eventuali lavori da eseguire sul manufatto, occorre, per motivi di sicurezza della circolazione stradale e di tutela del patrimonio stradale, vietare il transito dei veicoli per massa a pieno carico superiore a3,5t sul ponte".  Il primo cittadino varalpombiese chiede quale sia la situazione del ponte: "Nel lontano 15/12/2016 Anas Lombardia emetteva l'ordinanza n.399 riguardante la limitazione di transito per i veicoli di massa superiore a 3,5 t sul ponte del Ticino che collega Varallo Pombia a Somma Lombardo, su cui insiste la viabilità della SS336. Dopo due anni non è dato sapere se Anas Lombardia abbia provveduto alla risoluzione del problema - si legge nella lettera - In capo ai corpi di Polizia Municipale dei due Comuni resterebbe il compito di vigilare sul rispetto dell'ordinanza. Si chiede se altre forze dell'ordine, non in capo ai Comuni, possano vigilare sul rispetto delle limitazioni del traffico su questa arteria viabilistica di grande utilizzo anche di traffico pesante". La lettera prosegue: "Inoltre, si chiede la possibilità di un intervento in tempi brevi della Prefettura di Novara, affinchè si possa conoscere dai vertici di Anas Lombardia a che punto siano le attività di messa in sicurezza di tale attraversamento del fiume Ticino".

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.