1

ponte rio rito

VARALLO POMBIA - 04-09-2018 - Chiusura immediata del ponticello situato sul rio Rito, in via della Pace, in via precauzionale a tutela della pubblica incolumità: lo prevede un'apposita ordinanza pubblicata all'albo pretorio firmata dal sindaco di Varallo Pombia, Alberto Pilone. La decisione di chiudere il ponticello è arrivata in seguito alla relazione tecnica condotta da due tecnici incaricati dall'amministrazione, dalla quale si evince come le "condizioni statiche dell'infrastruttura" siano "tali da procedere alla chiusura al transito di tutti i veicoli". Il ponte si trova al confine fra Varallo Pombia e Divignano e, come si legge nell'ordinanza, era già "stato oggetto di numerosi sopralluoghi in anni passati al fine di monitorarne la stabilità in seguito al deteroriamento delle componenti originarie". Inoltre, "per limitare il carico a cui viene sottoposto quotidianamente è stata ristretta la sede stradale mediante dei new jersey posti lateralmente, al fine di creare un senso unico alternato per i veicoli, con limitazione del carico a 3.5 t". Ora, la decisione di chiuderlo al transito sino a quando non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza per l'incolumità pubblica.

Nel frattempo, la Prefettura di Novara ha dato seguito alla lettera, inviata una decina di giorni fa dal sindaco Pilone, circa la situazione sul ponte del Ticino fra Varallo Pombia e Somma Lombardo, sulla ss336 della Malpensa, relativamente alla limitazione del transito sullo stesso per i veicoli di massa superiore a 3,5 t disposta da un'ordinanza Anas del 2016. Al Comune di Varallo è giunta, per conoscenza una comunicazione, nella quale la Prefettura chiede ad Anas "di voler fornire ogni utile informazione in ordine allo stato dei lavori di messa in sicurezza del manufatto".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.