1

eccidio 1

ARONA - 16-09-2018 - Nel 75° anniversario dell’eccidio degli ebrei avvenuto ad Arona e sul Lago Maggiore, l’Amministrazione Comunale aronese unitamente ai rappresentanti delle Amministrazioni di Oleggio Castello, Meina e Belgirate ha ricordato le vittime che tra il 13 settembre e il 15 ottobre 1943 persero la vita per mano dei nazisti. In quel tragico periodo le SS del 1° Battaglione della Divisione corazzata Leibstandarte «Adolf Hitler», appena stanziate sul Lago Maggiore, attuarono, infatti, il primo rastrellamento di ebrei in Italia, uccidendone almeno 57 in nove località del lago: Baveno, Arona, Meina, Stresa, Orta, Mergozzo, Novara, Pian Nava, Verbania Intra, tutte dell’allora provincia di Novara. Alla presenza delle associazioni, delle maestranze cittadine e delle Forze dell’ordine, gli Alpini hanno deposto una corona ai piedi del Monumento ai Caduti di Piazza de Filippi che ricorda, tra gli altri, i nove ebrei aronesi che durante quei terribili accadimenti, il 15 settembre 1943, persero la vita: Bardavid Mary Modiano, Coen Margherita Penco, Kleinberger Clara Rakosi, Modiano Giacomo Elia, Rakosi Tiberio Alexander, Cantoni Vittorio Angelo, Finzi Irma Cantoni, Modiano Carlo Elia, Modiano Grazia. Il sindaco On. Alberto Gusmeroli, ha sottolineato “l’importanza del ricordo e la determinazione a non dimenticare rileggendo la storia e i suoi avvenimenti al fine di non perpetrare le barbarie e conservare la speranza di un mondo migliore”. Presente alla cerimonia anche Camilla Cantoni Adami. (A.M.)

ecciio_6.jpgeccidio_5.jpgeccidio_3.jpgeccidio_4.jpgeccidio_2.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.