1

piaterra

ARONA-27-10-2016- Il sindaco Alberto Gusmeroli rilancia il progetto dell’isola pedonale

(probabilmente non prima del 2018 visto i lavori programmati sul lungolago per il 2017), si trova però “contro” sia il sindaco leghista di Nebbiuno Elis Piaterra che l’ex primo cittadino di Invorio Dario Piola del PD, uniti dal commercio e in “Santa alleanza” contro la futura isola pedonale di Arona sul lungolago Marconi. Entrambi i politici (la prima ha anche ricoperto un ruolo di assessore esterno nella giunta del Gusmeroli I), hanno effettuato interventi di rilievo nell’assemblea tenutasi, nei giorni scorsi, tra i commercianti e gli amministratori. Piaterra, proprietaria di un negozio di mobili sul Corso Cavour, sostiene:” Prima di prendere delle decisioni importanti si dovrebbero consultare preventivamente le attività commerciali che sono il cuore pulsante di Arona e creano un importante indotto. Ad Arona non c’è solo il turismo del sabato e della domenica, ma il lavoro di tutti i giorni. L’isola pedonale, se da un lato può essere gradita dai ristoranti e dai bar, non può essere accettata dalle altre attività commerciali di Corso Cavour e delle zone limitrofe, che hanno un altro tipo di clientele, quotidiana e locale. In molti decideranno di andare altrove, nei centri commerciali o in altri negozi che hanno facilità di posto auto. Decisioni avventate possono portare alla perdita di posti di lavoro.” Anche Dario Piola, che con il figlio possiede una tabaccheria in Corso Cavour concorda: “ Inutile chiedere di riaprire piazza S. Graziano alle auto o di rimettere il doppio senso sul lungolago. Gusmeroli ha creato molte iniziative in favore di commercio ed il turismo e ne abbiamo beneficiato la scorsa estate, ma chiudere la via del lungolago, se non magari alla domenica e nei fine settimana di estate, non ha senso. Bisogna, però, dialogare con l’amministrazione e non erigere un muro. Arona ha già tante isole pedonali e posti per passeggiare. “ Un’alleanza inedita di due figure politiche antitetiche che saranno, probabilmente, componenti del comitato che Ascom e Commercianti creeranno per trattare nel 2017 con la giunta leghista. Intanto Gusmeroli ha postato sul social network facebook la sua idea. Popolazione divisa: residenti favorevoli, commercianti contrari.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.