1

goletta foce vevera

ARONA -11-07-2019 -  Tre punti su cinque risultati “fortemente inquinati” sullla sponda piemontese del Lago Maggiore, entrambi i punti campionati, al contrario, entro i limiti di legge sul Lago d'Orta. Questo, in sintesi, il bilancio del monitoraggio microbiologico realizzato dai tecnici della Goletta dei Laghi nei giorni scorsi, in occasione dell'arrivo sul Lago Maggiore e Lago d'Orta della campagna di Legambiente, realizzata in collaborazione con il CONOU (Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati) e Novamont. Il lavoro dei tecnici si è concentrato principalmente su due fronti di indagine: quello delle microplastiche in acqua e quello dell'inquinamento microbiologico. In questi giorni sono stati cinque i punti campionati sulla sponda piemontese del Lago Maggiore : in provincia di Novara, sono risultati “fortemente inquinati” due punti nel Comune di Arona (la foce del torrente Vevera e lo sfioratore del rio San Luigi), e un punto a Dormelletto, sulla foce del rio Arlasca. Entro i limiti di legge, al contrario, il punto campionato in corrispondenza dello sfioratore Largo Marconi a Stresa, nella provincia Verbano-Cusio-Ossola, e a Lesa, in provincia di Novara, sulla foce del torrente Erno. "Le analisi microbiologiche ci confermano una situazione ottimale sul Cusio, a Stresa e a Lesa, mentre nel basso Verbano permangono tre punti con forte inquinamento nell'area di Arona e Dormelletto – afferma Roberto Signorelli, vice presidente del circolo di Legambiente “Gli amici del lago” – gravi criticità che continuIamo a rilevare dal 2013, non solo attraverso il laboratorio mobile di Goletta dei Laghi, ma anche con altre verifiche periodiche che effettuiamo appoggiandoci a un laboratorio locale. Malgrado importanti investimenti da parte di Acqua Novara VCO e delle amministrazioni comunali, purtroppo dobbiamo constatare che gli obiettivi di rientro nei parametri richiesti per la balneabilità non sono stati raggiunti. Sottolineiamo che per località lacustri a forte vocazione turistica, la qualità delle acque è un requisito minimo indispensabile della loro offerta e questa situazione negativa vanifica in termini di immagine gli sforzi e le attività di promozione del territorio”, conclude Signorelli.
Per quanto riguarda il beach litter (rifiuti in spiaggia), in occasione dell'arrivo della Goletta dei Laghi, i volontari di circolo “Amici del Lago” hanno effettuato nei giorni scorsi una raccolta di rifiuti nelle due aree fronte lago, adiacenti alla spiaggia libera delle Rocchette di Arona. In totale sono stati recuperati circa 300 pezzi, di cui 124 pezzi o frammenti di plastica e di polistirolo, seguiti da 26 bottiglie di plastica da 50 cl e da 8 bottiglie da 1,5 lt., 16 tappi, 8 cannucce e un contenitore di olio motore.  Quanto alle microplastiche nel 2018 il Lago Maggiore ha riportato una densità media di oltre 100 mila particelle di microplastiche per chilometro quadrato, il Lago d'Orta quasi 63 mila per km2. Per l'edizione 2019 partner della Goletta dei Laghi sono il CONOU (Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati) e l'azienda chimica Novamont.

 

tabella maggiore piemonte

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.