1

foto aereo volo

OVEST-EST TICINO-02-08-2019 - Preoccupazione è stata

espressa dai comitati aderenti alla Rete Comitati Malpensa, sul futuro del territorio, non solo alla luce del Bridge con Linate partito da ormai 6 giorni e che sarà attivo per 3 mesi. In una nota diffusa esprimono infatti preoccupazione "in riferimento alle “mire espansionistiche” dell’aeroporto e all’incapacità degli organi istituzionali e degli enti preposti alla programmazione del territorio e alla difesa della salute di farvi fronte. Quanto è accaduto e quanto sta accadendo in questi tre mesi di chiusura di Linate ha purtroppo messo in luce che la programmazione del territorio è decisamente in mano a delle aziende private, siano esse le compagnie aeree o la Sea.Gli enti pubblici si dividono equamente tra quanti non riescono ad avere la capacità di relazionarsi con l’aeroporto e con i suoi effetti dati dalla volontà di espansione e quanti appoggiano ciecamente, in nome del mercato che richiede solo nuovi aumenti dei numeri di passeggeri e merci, qualunque opzione venga messa in campo dai gestori aeroportuali", si legge in una nota diffusa.
I comitati inoltre sottolineano come Malpensa sia cresciuto per anni "senza che mai sia stata approvata una Valutazione di Impatto Ambientale (men che meno una VAS) e riesce ancora oggi ad operare in funzione di un decreto del 1999 che “sanava” una bocciatura del progetto
“Malpensa2000” operata dai Ministeri competenti". La preoccupazione nasce dal fatto che "è ormai sufficientemente chiaro che questi 3 mesi saranno utili a Sea per comprendere gli impatti sull’infrastruttura di un aumento già ben descritto nei due Masterplan presentati dalla società fino ad oggi e mai portati a termine". Per questo motivo i comitati in questi mesi hanno intenzione di dare informazioni ai cittadini e formulare proposte sugli strumenti che gli enti pubblici devono adottare e le capacità del territorio. Due momenti sono previsti a settembre: un convegno (21) ed un'assemblea pubblica (25).  
Aderiscono alla RMC, Rete Comitati Malpensa, oltre al Covest e al Comitato dei Cittadini di Varallo Pombia Aeroporto Malpensa per il Piemonte, anche  Associazione Viva Via Gaggio, Cittadini Arsaghesi, Comitato Difendere Somma, Comitato Diritto alla Salute del Varesotto, Comitato SalviAMO la Brughiera, COR 2 - Coordinamento fra Comuni di Seconda Fascia Malpensa, Legambiente Circolo "E. Ferrario" di Gallarate e Uni.Co.Mal. – Unione Comitati Malpensa, per la Lombardia.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.