1

arona calcio fanelli

ARONA - 05-08-2019 -L'Arona Calcio

è già proiettata al prossimo campionato di Promozione. Nell'anno del proprio centenario (il 2020), la compagine lacuale si presenta ai nastri di partenza con sensazioni piuttosto positive. "L'obiettivo è quello di poter disputare un bel campionato di Promozione – afferma lo “storico” dirigente, Damiano Malgaroli – dopo un'annata no purtroppo sia a livello di prima squadra che di settore giovanile. Le stagioni negative capitano a tutti, qui ad Arona abbiamo certo vinto dei campionati ma siamo anche già retrocessi in passato. Adesso c'è grande voglia di fare bene. Sono convinto che i risultati faranno la differenza: il gruppo è nuovo ma l'amalgama arriverà". Sul ritorno del bomber Vergadoro che riabbraccerà nuovamente i colori biancoverdi: "Ha deciso di rimettersi in gioco con l'Arona Calcio. Ci auguriamo possa diventare un capitano “di lungo corso” qui da noi. Stiamo preparando poi in collaborazione con il Comune una grande festa per il centenario. Loro sono molto vicini alla nostra realtà e li ringraziamo, ci metteranno a disposizione un campo sintetico completamente nuovo". Sabato scorso intanto si è tenuta la presentazione ufficiale alla stampa della nuova squadra nella cornice dell'albergo ristorante “Lo Scoiattolo” di Massino Visconti, ed in serata ad Arona in piazza San Graziano davanti alla cittadinanza. Già al lavoro il nuovo mister, Umberto Pietro Fanelli, che dopo la miracolosa salvezza ottenuta alla guida del Dormelletto proprio al termine dello scorso torneo di Promozione, di concerto con la società e il vicepresidente Antonio Notte ha le idee chiare: "L'inizio del calendario per noi non è certo semplice;  Santhià, Sparta Novara, Bianzè e Dormelletto rappresentano però un avvio stimolante perché si tratta di squadre che senz'altro vorranno fare bene. La prossima Promozione sarà una sorta di “Eccellenza  bis” con tante avversarie. Il 95% della nostra rosa è fatta. Valuteremo i giovani della Juniores per portarli in prima squadra, visto che l'obiettivo è proprio quello di innestare nel giro di tre anni più ragazzi possibili". Circa l'esigenza della piazza Fanelli risponde: "Bisogna capire che ci sono 23 giocatori nuovi. Abbiamo voglia di fare bene e di riportare la gente e chi vuole bene all'Arona Calcio allo stadio". Mister e società stanno quindi preparando alcune iniziative di carattere sociale. (A.P.)

 

Nella foto: il tecnico dell'Arona Calcio, Umberto Pietro Fanelli

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.