1

meina foto

MEINA – 11-08-2019 – A Meina il nuovo consiglio della biblioteca ha fatto discutere in consiglio comunale. La nuova giunta Barbieri aveva infatti portato in assemblea la proposta per il nuovo direttivo, ma il punto è stato ritirato. Flippo Borroni consigliere comunale di minoranza, ha mostrato in pubblico una lettera inviata dal Gruppo Alpini con un nome già precompilato da proporre come membro delle associazioni. "Si cerca di influenzare la libera scelta delle associazioni meinesi per creare un consiglio di biblioteca più vicino alla maggioranza. Perchè? Quello che è successo è un fatto grave". Il sindaco Barbieri replica: "Abbiamo deciso di cambiare il regolamento che è vecchio di 40 anni. La biblioteca è ora in una sede nuova e moderna e la decisione l’abbiamo presa in questi giorni. Abbiamo ritirato il punto per questo. Chiediamo a chi si propone nella biblioteca un impegno lavorativo di otto ore al mese (due ore alla settimana) per garantire l’attività e l’apertura in una sede più prestigiosa. Finora chi si proponeva aveva solo l’obbligo di presenziare a quattro riunioni l’anno". Così anche Paolo Cumbo, altro consigliere di minoranza: "Abbiamo un nome da proporre, ma questo nuovo regolamento già non ci piace. E l’episodio della lettera è strano". Il sindaco ha spiegato: “Con quella lettera noi non c’entriamo nulla. E’ una iniziativa della biblioteca che ha proposto a tutte le associazioni un nome di una persona disponibile. Ovviamente le associazioni sono libere di scegliere". Dall’Associazione Alpini confermano: “Abbiamo ricevuto la lettera, non conosciamo la persona, ma sappiamo che il Comune è estraneo a questa situazione". (M.R)

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.