1

meina foto

MEINA -26-08-2019 -"Sono stato aggredito

verbalmente e minacciato più volte in Consiglio comunale da una persona del pubblico. Ho scritto una lettera al sindaco e ora sporgo querela", così Pietro Riboni, capogruppo di minoranza,dopo che nell’ultimo consiglio comunale un cittadino lo ha preso a male parole urlando e minacciandolo. Spiega: “ Ha iniziato subito a protestare stando nella prima fila ed a puntarmi con fare bellicoso, appena ho preso la parola riguardo al nuovo consiglio di biblioteca, ha iniziato a urlare, gridando di stare attento a ciò che avrei detto. Il sindaco non ha fatto nulla e c’è stato solo l’intervento del vigile in sala che l’ha portato fuori dall’aula. Appena è finito il consiglio si è catapultato all’interno dell’aula ed è venuto vicino a me urlando e minacciandomi puntandomi un dito addosso. Denuncerò il cittadino che mi ha aggredito, ma il sindaco doveva interrompere la seduta e chiedere l’identificazione del mio aggressore". Il sindaco Fabrizio Barbieri ha risposto alla lettera di Riboni: "Mi rammarico per l’aggressione verbale subita da Riboni, ma l’amministrazione non c’entra nulla con questi fatti". Paolo Cumbo e Filippo Borroni, consiglieri di minoranza, aggiungono: “Non abbiamo mai visto nulla di simile in 20 anni di consiglio. Chiederemo che questi fatti vengano messi a verbale nell’ambito della discussione sulla biblioteca".(M.R)

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.