1

carabinieri arona notte

ARONA -05-09-2019 - Una vera e propria task-force lo scorso fine settimana ha operato numerosi controlli alla movida cittadina aronese, dopo le lamentele giunte dai residenti. E' stata elevata una sanzione ad un locale che non ha rispettato gli orari di chiusura previsti. Così l'assessore alla Sicurezza, Tullio Mastrangelo: "Tanti i ragazzi sorpresi a bere fuori dai locali con bottiglie. Con loro abbiamo usato il guanto di velluto invitandoli a porre nei cassonetti le bottiglie e non multandoli per la violazione dell’ordinanza.  Eravamo un gruppo di otto unità: cinque vigili urbani, il sindaco Alberto Gusmeroli, il suo vice Federico Monti e io. Siamo stati impegnati fino alle tre di notte. Abbiamo posto i vigilanti privati in piazza del Popolo per controllare la situazione.  Siamo intervenuti con i carabinieri per soccorrere un giovane che barcollava ubriaco lungo la balaustra del lungolago". Sulle proteste dei residenti, l'assessore sottolinea: "Chi protesta ha ragione. I fatti avvengono verso l’alba. Ci sono dei gruppi di giovani tra i 19 e i 20 anni, ma alcuni pure minorenni che giungono in treno dalla Lombardia. Poi attendono i primi treni per Milano che sono dopo le 5 del mattino. Sono questi elementi che creano problemi. Molti giovani poi acquistano gli alcolici nei supermercati. I pattugliamenti proseguiranno anche nei prossimi giorni. Non possiamo darla vinta ad un numero limitato di persone. I carabinieri proseguono a fare un buon lavoro. Anche loro in questi mesi hanno operato numerosi controlli e operato sanzioni". (M.R)

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.