1

Belgirate Municipio

BELGIRATE - 05.10.2019 - Solo la nomina

di un commissario prefettizio potrà sbloccare l'impasse nell'Amministrazione di Belgirate e consentire il funzionamento della macchina comunale fino alle elezioni di primavera. E' quanto auspicano i gruppi consiliari di minoranza di Belgirate Viva (Flavia Filippi, Antonella Gallo, Marco Maestri) e Belgirate Leale (Fabrizio Azzolini, Ornella Oldani che con una nota segnalano al Prefetto Iginio Olita la "manifesta e reiterata paralisi del Consiglio Comunale di Belgirate". Paralisi provocata dalla situazione di parità in Consiglio (5 a 5) tra maggioranza e opposizione datata sin dal mese di maggio, quando è venuto a mancare il sindaco Valter Leto poi sostituito dal vice Walter Pezzetti. Lo stallo è comunque ben noto all'inquilino di Villa Taranto che, nelle settimane scorse, aveva già inviato nel piccolo comune lacustre un commissario ad acta per consentire l’assestamento di bilancio che tre Consigli comunali non erano riusciti ad approvare e l’incameramento del contributo statale di 50.000 euro. Ma nel cCnsiglio comunale di giovedì, la situazione di blocco s'è ripresentata uguale.
Da approvare c'era una convenzione con l'Unione dei Comuni Collinari del Vergante per la gestione di mutui relativi al percorso sulla statale 33 Belgirate Lesa e all'appalto per telecamere nei tre Comuni. "Ci siamo ben resi conto dell'importanza di ciò che si andava a votare, al punto di aver ipotizzato all'inizio una votazione favorevole. Nessuna proposta ci è però arrivata dalla ex maggioranza, neanche nel corso della conferenza dei Capigruppo tenutasi giovedì 3 ottobre, alla quale la Capogruppo Caimi non si è neppure presentata", spiega la consigliera Flavia Filippi, che prosegue : "Vista la parità di voti in Consiglio e considerata l'importanza del punto, il vicesindaco ha proposto una votazione unanime e le contestuali dimissioni di tutti i consiglieri (in questo modo l'arrivo del commissario sarebbe automatico, ndr). I cinque consiglieri delle minoranze si sono dichiarati d'accordo, ma la ragionevole proposta del vicesindaco non è stata accettata dalla maggioranza". Da qui la segnalazione al prefetto da parte delle opposizioni che accusano la maggioranza della "mancanza assoluta di una proposta o concertazione con le minoranze e l'incapacità a comprendere, a questo punto, che soltanto le dimissioni contestuali di tutti e 10 i consiglieri consentirebbero la nomina di un Commissario prefettizio per portare il paese alle prossime elezioni amministrative". Non sembra esserci possibilità di smuovere il Consiglio da quel 5 a 5 che ne blocca ogni attività, e qualora non si addivenisse a nessun accordo tra le due parti (dimissioni di massa o meno) è ipotizzabile da parte della prefettura l'invio di altri commissari ad acta per affrontare le singole problematiche. "Tra poco si dovrà elaborare e quindi procedere all’approvazione del bilancio preventivo, unico e vero atto politico/amministrativo di gestione e individuazione delle strategie - sottolineano le minoranze - . Soltanto la presenza di un Commissario con i poteri di Giunta e Consiglio, potrà consentire a Belgirate, paese turistico, la continuità amministrativa sino alle prossime elezioni, evitando il protrarsi di una negativa situazione amministrativa, economica e sociale".

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.