1

slot machine

NOVARA – 01-07-2020 – Quando il gioco

diventa un problema, tanto da considerarsi a tutti gli effetti una patologia, è importante che venga affrontato fin dai primi segnali di criticità, evitando così di complicare la situazione personale e familiare che si traduce in contrasti relazionali scatenati dalla dipendenza e dalle perdite economiche conseguenti, nel peggioramento del benessere psicofisico, in difficoltà lavorative e, in alcuni casi, in problemi con la giustizia. Purtroppo, spesso, il giocatore patologico rifiuta di ammettere l’evidenza e ignora l’invito di familiari e di amici a intraprendere un percorso di cura fino a quando si ritrova con le spalle al muro. La disponibilità di un familiare o di un amico a supportare la persona che soffre di gioco patologico durante il percorso di cura, rafforzandone la motivazione a smettere e offrendo comprensione, affetto e occasioni di interazione e svago alternative, può essere estremamente preziosa per facilitare il recupero.

Diverse sono le iniziative e i progetti messi in atto per affrontare e superare la dipendenza dal gioco. L’Asl No garantisce un percorso per affrontare il gioco d'azzardo patologico ed i problemi ad esso correlati attraverso una:

-       - prima fase: comprensiva di valutazione psicodiagnostica e visita medica

-       - seconda fase: eventuale terapia supportiva e di analisi introspettiva e rielaborativa dei nodi critici della storia di gioco.

L’Ambulatorio G.A.P. (Gioco d’Azzardo Patologico) si trova a Trecate - in via Rugiada n. 20 (tel. 0321 786617/786618) e vi possono accedere gratuitamente le persone, senza impegnativa del medico, residenti nel territorio di competenza dell’Asl No.

Nell’ambito del Piano Locale delle Dipendenze 2018/2020, il Dipartimento Patologia delle Dipendenze, Federconsumatori, (nelle persone di Giorgio Albertinale e Daniele Testaverde), Cisl e Adiconsum di Novara (rappresentati da Gerardo Manco e Alberto Tomasin), hanno rinnovato il rapporto di convenzione in essere dal 2019 per consulenze di tipo legale e finanziario ai giocatori d’azzardo patologici, su appuntamento, tenuti da esperti formati con corsi specifici sull’argomento; tali consulenze si rendono necessarie in quelle situazioni (circa il 15% dei casi) in cui il risanamento dei debiti è particolarmente problematico, per i raccordi con la fondazione antiusura e per promuovere forme di tutela giuridica, patrimoniale e legale del giocatore patologico.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.