1

consiglio arona travaini

ARONA-02-01-2017- “L'addizionale Irpef rimane al massimo (0,8 per mille), mentre molti alti centri vicini l'hanno ribassata. E poi in città quasi il 50% degli abitanti denuncia un reddito molto basso. O siamo in una situazione da terzo mondo o c'è molta evasione fiscale ed il Comune non prende provvedimenti, facendo pagare i soliti noti”. Alessandro Travaini (PD) è l'unico in consiglio che ha votato contro il bilancio 2017 della giunta civico - leghista che ha raccolto l'astensione di Carla Torelli (Misto) e il si degli ex di FI Antonio Furfaro e Ferruccio Cairo. Per Travaini mancano all'appello delle opere: “Invece di intervenire con 720.000 euro sul lungolago, si poteva ipotizzare un percorso pedonale per raggiungere S. Carlo o i Lagoni, il recupero dell'ex Macello o della ex Casa di Riposo collaborando con l'ATC per sistemare la struttura per creare una sede finalizzata ad housing sociale”. Gusmeroli non ci sta: “Se si vuole ridurre l'Irpef si devono tagliare i servizi sociali o i fondi alle associazioni che invece abbiamo per l'ennesima volta incrementato”. E proprio sui fondi alle associazioni è stata presentata da Travaini, Muscar (assente) e Torelli una mozione che chiedeva l'istituzione di convenzioni bilaterali come avviene in altri Comuni. Proposta respinta dalla maggioranza che ha ottenuto anche il voto favorevole di Torelli (che ha votato contro la mozione da lei stessa presentata) e di Ferruccio Cairo e Antonio Furfaro. “Le faremo per Ai e Pro Loco”- ha detto il sindaco.

Maurizio Robberto

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.