1

meina panorama

MEINA-11-2-2017- Centro storico da sistemare, accordo tra privati e Comune. E' stato stipulato un accordo tra la Società Patmo Immobiliare ed il Comune. Spiega il sindaco Fabrizio Barbieri:”Gli immobili di via Mazzini siti nel centro storico si trasformeranno in zone a verde pubblico, mentre le aree in via Sempione - via Bonomi, diventeranno zone residenziali, cosí come le aree di via Circonvallazione. Nell'accordo con i privati ci sarà la cessione al comune di Meina della proprietà degli immobili in via Mazzini, con parziale demolizione - ristrutturazione per realizzare spazi culturali e sociali (biblioteca, uffici, sala polivalente completamente ristrutturati ed arredati, mentre una parte degli immobili saranno demoliti e destinati a parcheggio e verde pubblico), con contestuale trasferimento della volumetria residenziale di questi fabbricati nelle aree di via Sempione.” La novità riguarda proprio l'area di via Mazzini, dove la Soprintendenza aveva imposto una soluzione di mantenimento di una quinta strutturale, una sorta di muro finto a ricordo di un immobile in precedenza già demolito perché pericolante. Spiega Barbieri: “abbiamo avuto una serie di colloqui con la sopraintendenza e siamo riusciti a modificare il progetto. Realizzeremo un'area urbana pavimentata ed a verde piantumato digradante verso le vie del centro storico. Sarà realizzata una sorta di isola urbana, dotata di illuminazione a led con basso impatto visivo. Ci saranno fioriere ed alberi di alto fusto, con essenze rampicanti. Ci sarà anche un impianto di irrigazione automatico che utilizzerà anche le acque meteoriche. La pavimentazione sarà in pietra con beole. Uno spazio pubblico fruibile che potrà essere dedicato anche ad eventi culturali. “ Un accordo che dovrebbe dare il via libera alla ristrutturazione del centro per cambiare il volto di Meina a cui si aggiungerà, con tempi e modi da definire, il rifacimento del lungolago quando verrà approvata la futura variante di PRG che prevede lo spostamento della cubatura dell'ex Hotel Vittoria, il teatro della prima strage di Ebrei in Italia avvenuta nel settembre del 1943, demolito alcuni anni or sono, in collina, per cui recentemente il Consiglio comunale si è espresso in modo favorevole. (MA RO)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.